Spitfire Mk IX UTI - AZ Model 1/72

Spitfire Mk IX UTI - AZ Model 1/72

Il velivolo è un Mk IX standard modificato direttamente in URSS per realizzare un biposto...

Gloster Gladiator - Hobby Boss 1/72

Gloster Gladiator - Hobby Boss 1/72

L’Aviazione Lettone ebbe in carico 26 aerei, acquistati direttamente dalla Gran Bretagna...

Eurofighter Typhoon - Revell 1/72

Eurofighter Typhoon - Revell 1/72

Il modello Revell in Scala 1/72 riproduce correttamente le forme di questo bel caccia europeo. ...

VEF Irbitis I-16 - CMR 1/72

VEF Irbitis I-16 - CMR 1/72

Il velivolo è un caccia monomotore ad ala bassa realizzato da Karlis Irbitis...

MIG 15

MIG 15 "Fagot Egg" - Hasegawa

Ecco un simpatico modellino “caricaturale”. E’ molto simpatico, lo stampo...

  • Spitfire Mk IX UTI - AZ Model 1/72

    Spitfire Mk IX UTI - AZ Model 1/72

  • Gloster Gladiator - Hobby Boss 1/72

    Gloster Gladiator - Hobby Boss 1/72

  • Eurofighter Typhoon - Revell 1/72

    Eurofighter Typhoon - Revell 1/72

  • VEF Irbitis I-16 - CMR 1/72

    VEF Irbitis I-16 - CMR 1/72

  • MIG 15

    MIG 15 "Fagot Egg" - Hasegawa

Ernst Udet

ErnstUdet 01ErnstUdet 02Nato a Francoforte nell'Aprile del 1896, trascorse gran parte della sua adolescenza a Monaco, dove nel 1909 a 13 anni contribuì alla fondazione del locale Aeroclub.
Allo scoppio della Guerra, Ernst che a 18 anni aveva già provato il pilotaggio di diversi modelli d'aerei, venne arruolato nella 26a divisione di riserva del Wùrttemberg, chiese in seguito di passare in Avizione ma la sua domanda venne respinta con la motivazione che sarebbero stati presi solo i piloti già brevettati, decise quindi di pagarsi di tasca propria alcune lezioni di volo alla scuola di Otto brevettandosi molto rapidamente, venne quindi assegnato nel 1915 a 19 anni alla Fliegerabteinlung 206 dotata di Aviatik, alternando eroiche missioni a incidenti alquanto banali, gli venne conferita la croce di Ferro di seconda classe e promosso a Caporale venendo trasferito ad una unità dotata di Fokker E1.
Ottenne la sua prima vittoria nel Marzo del 1916 alle spese di un Farman Francese guadagnandosi la croce di Ferro di prima classe e la promozione a Caporale Maggiore, ma per avere il secondo succeso confermato dovette attendere l'Ottobre di quell'anno. Promosso Sergente nel Gennaio del 1917 a 21 anni in concomitanza con la sua terza vittoria, a Marzo divenne Asso e fù promosso Sergente Maggiore, venne quindi trasferito presso la 37 Jagstaffel contro gli Inglesi nelle Fiandre, a Giugno raggiunse le 10 vittorie accertate e la promozione a Sotto Tenente, a Dicembre raggiunse le 15 vittorie e furono 20 nel Marzo del 1918, guadagnandosi la promozione a Tenente.
Su esplicita richiesta di Manfred Von Richtofen venne assegnato alla Jagdgeschwander 1 assegnandogli il comando della Jasta 11, e da quel momento l'ascesa di Udet accelerò bruscamente, in Aprile gli fù assegnata l'ordine Pour le Meritè, ad Agosto raggiunse quota 40 vittorie accertate, terminò la guerra con 72 vittorie confermate, classificandosi al secondo posto dei cacciatori della Prima Guerra Mondiale. Congedato ritornò a Monaco dove fù assunto dalla Rumpler che stava organizzando una linea aerea e iniziò a lavorare attivamente sulla linea Monaco-Vienna nel 1920 a 24 anni.

ErnstUdet 03Nel 1926 a 30 anni fondò la famosa Bayerische Fluzeugwerke in seguito divenuta BMW dove produsse un'aereo di sua ideazione, lo U-1, ma Ernst preferì fare il pilota acrobatico lasciando a altri la gestione della sua azienda, partecipò a numerosi film girati in quegli anni, come SOS Iceberg, Tempeste sul Monte Bianco...trasferendosi nel 1931 a 35 anni negli Stati Uniti per partecipare alle National Air Races di Cleaveland.
Salito al potere il Nazismo in Germania, Ernst fù contattato da Goering che dopo inumerevoli insistenze riuscì a convincerlo a rientrare in Germania per assumere importanti incarichi nella nascente Lutwaffe, nel 1936 a 40 anni fù nominato Ispettore della caccia e del bombardamento, e 4 mesi dopo divenne responsabile dell'Ufficio Tecnico, nel 1937 a 41 anni fù promosso Maggior Generale, ma continuando a pilotare e collaudare diversi modelli come l'Heinkel 118, il Messerschmitt 109 e lo Junkers 87. Quando le cose iniziarono ad andare male per la Lutwaffe, fù indicato come capo espriatorio, e depresso e malato si suicidò nel 1941 a 45 anni.

 

Go to top