Spitfire Mk IX UTI - AZ Model 1/72

Spitfire Mk IX UTI - AZ Model 1/72

Il velivolo è un Mk IX standard modificato direttamente in URSS per realizzare un biposto...

Gloster Gladiator - Hobby Boss 1/72

Gloster Gladiator - Hobby Boss 1/72

L’Aviazione Lettone ebbe in carico 26 aerei, acquistati direttamente dalla Gran Bretagna...

Eurofighter Typhoon - Revell 1/72

Eurofighter Typhoon - Revell 1/72

Il modello Revell in Scala 1/72 riproduce correttamente le forme di questo bel caccia europeo. ...

VEF Irbitis I-16 - CMR 1/72

VEF Irbitis I-16 - CMR 1/72

Il velivolo è un caccia monomotore ad ala bassa realizzato da Karlis Irbitis...

MIG 15

MIG 15 "Fagot Egg" - Hasegawa

Ecco un simpatico modellino “caricaturale”. E’ molto simpatico, lo stampo...

  • Spitfire Mk IX UTI - AZ Model 1/72

    Spitfire Mk IX UTI - AZ Model 1/72

  • Gloster Gladiator - Hobby Boss 1/72

    Gloster Gladiator - Hobby Boss 1/72

  • Eurofighter Typhoon - Revell 1/72

    Eurofighter Typhoon - Revell 1/72

  • VEF Irbitis I-16 - CMR 1/72

    VEF Irbitis I-16 - CMR 1/72

  • MIG 15

    MIG 15 "Fagot Egg" - Hasegawa

HomeModelliGallerieAereiAerei WWIIHeinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

Considerato da più parti come il migliore aereo da caccia notturna della Seconda Guerra Mondiale, lo Heinkel 219 in realtà fu difficilmente in grado di competere ad armi pari con le versioni da caccia notturna del Mosquito.
Si trattava per l’epoca di un progetto estremamente avanzato sotto molti punti di vista, se non altro per essere stato il primo tipo di velivolo al mondo a montare di serie i seggiolini eiettabili per l’equipaggio.
A dispetto delle buone prestazioni raggiunte dai prototipi, gli esemplari di serie appesantiti dal ragguardevole armamento e penalizzati aerodinamicamente delle ingombranti antenne del radar di ricerca Fug 220 e dagli smorzafiamma degli scarichi dei motori, non raggiunsero mai le prestazioni previste; a questo va aggiunto che, i motori previsti originariamente (DB613) non furono mai messi totalmente a punto e di fatto gli esemplari operativi montavano i meno potenti DB603 che gli consentivano di raggiungere a malapena i 580 km/h contro i 640 km/h previsti.
A dispetto di questi limiti, lo He 219 rimaneva comunque un’ottima macchina, come dimostra l’exploit del magg. Streib che in una sola notte, tra l’ 11 e il 12 giugno 1943, volando su una macchina di pre-serie riuscì ad abbattere 5 bombardieri Lancaster.
Nonostante si trattasse di un aereo progettato espressamente per il suo ruolo e non di adattamenti di tipi diversi già in produzione (Me110, Ju88 ecc.), con prestazioni largamente superiori a quelle dei suoi concorrenti, lo He 219 venne sempre osteggiato dalle alte cariche dell’RLM (Milch in testa) che continuarono a preferirgli aerei di altro tipo e alla fine trovarono il modo di stroncarne la carriera (ne furono costruiti meno di 300 esemplari), proprio nel momento nel quale la Luftwaffe aveva disperato bisogno di questo tipo di aerei.

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

Il modello
Il kit è quello della Tamiya in scala 1/48 accoppiato con il set di dettaglio della Aires. Il risultato è potenzialmente spettacolare tenendo però conto che le parti in resina, pur presentando un dettaglio al limite dell’incredibile, rivelano seri problemi di adattabilità ai pezzi del modello. In linea di massima comunque il modello si presenta nel classico stile Tamyia con pannellature incise finemente e un’ottimo livello di dettaglio (fanno eccezione i vani dei carrelli principali, completamente lisci).
Il velivolo riprodotto è della versione A2 con il wrk. Nr.290004 codificato g9+DH. Del relitto di questo particolare esemplare sono disponibili alcune foto che lo ritraggono da diverse angolazioni e sono una buona fonte di ispirazione.

 

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

Abitacolo
Per poter adattare i pezzi in resina, che sostituiscono integralmente quanto proposto dalla scatola, le pareti laterali dell’abitacolo devono essere fresate al limite della trasparenza per poter poi chiudere le semifusoliere senza inconvenienti.
Prima di incollare le pareti laterali in resina alle semifusoliere ho ripristinato il bordo superiore dell’abitacolo con due profili di plastica per restituire un po’ di profondità all’insieme.
Confrontando i pezzi della Aires con le foto dell’originale ho trovato solo un paio di cavetti da aggiungere, per il resto ci si può sbizzarrire con la pittura.
Personalmente ho utilizzato come base l’alluminio SNJ, che ho poi ricoperto con il classico RLM66 della Tamyia; su questa base sono state ricreate luci e ombre utilizzando dei colori a olio per poi scrostare leggermente con una lama la vernice del pavimento e altre zone soggette a usura, in modo da fare emergere l’alluminio sottostante. La parete laterale sinistra quasi comleta
La parete laterale sinistra con gli apparati radio e radar
Il pavimento con seggiolini, barra e pedaliera
 

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

Fusoliera
Se si decide di non aprire il vano dei serbatoi posti dietro l’abitacolo, che Aires fornisce in resina, gli interventi si limiteranno a:

  • Praticare il foro per lo sfiato del sistema di sbrinamento dei piani di coda.
  • Se si decide di installare i cannoni Mk.108 a tiro obliquo in fusoliera, praticare sul ventre della fusoliera il foro per lo scarico dei bossoli.

A proposito di questa installazione, è opportuno installare anche il relativo collimatore Revi posto sul cielo della parte ribaltabile del tettuccio; non avendo rintracciato foto di questo particolare bisognerà provare ad intepretare quanto proposto nello schema che segue:

  • Se si decide lasciare in vista i cannoni ventrali bisognerà praticare i fori è per i relativi portelli ed installare il vano e le culatte dei cannoni contenuti nel set Aires.

 

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

Ali
Volendo riprodurre un A2 ho dovuto ricostruire le prese d’aria presenti sul bordo d’entrata riducendo le dimensioni dei fori; ho inoltre staccato gli alettoni e ricostruito i fari di atterraggio con relativo vano e copertura trasparente.
Per ultimo vanno praticati sul dorso i fori di sfogo dell’impianto di riscaldamento dell’ala.

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

Piani di coda
Mi sono limitato a staccare gli equilibratori, a riposizionarli leggermente inclinati e modificare la posizione dell’attuatore del trim di sinistra (sotto e non sopra).

 

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

 

Carrelli e vani
Altro lavoraccio di adattamento per inserire i vani della Aires che tra l’altro sono collegati alla paratia che sostiene il motore.
Anche qui bisogna mettere in preventivo qualche ora di lavoro di fresa, carta abrasiva e plasticard per adattare al meglio (personalmente non ci sono riuscito del tutto) il tutto.
Se avanza tempo e voglia si può integrare i pezzi in resina con le tubazioni che corrono sulle pareti laterali dei vani.
Ho preferito rifare l’attuatore dei carrelli principali con lamina di ottone e plastica, visto che l’originale è un monoblocco eccessivamente semplificato.
Per il carrello anteriore mi sono limitato a posizionare la ruota leggermente sterzata.
 

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

Motori e vani
Se si decide di lasciare i motori in bella vista, anche qui c’è un po’ da sudare:
Gli spinotti che collegano il motore ai supporti non combaciano tra di loro (zona peraltro poco visibile a modello ultimato) e bisogna rifarsi tutte le tubature che raccordano il motore alla paratia e al radiatore anulare posto di fronte al motore.
Nel caso si opti per i radiatori con i flabelli aperti vanno rifatti anche gli attuatori dei medesimi.

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

Colorazione
Questa è un’altra nota dolente: l’esemplare scelto, a quanto si può vedere dalle foto, presenta una colorazione basata sul grigio chiaro RLM76 per le superfici inferiori e i lati della fusoliera e grigio scuro RLM75 per le superfici superiori.
Sul grigio scuro era sovrapposta una serpentina molto fitta con il grigio più chiaro.
Il risultato è che a prima vista l’aereo appare dipinto in grigio chiaro uniforme con una miriade di piccole chiazze in grigio scuro dai contorni pittusto netti!
Scartata, dopo vari tentativi infruttuosi, l’idea riprodurre ad aerografo la serpentina, ho optato per una tecnica che avevo visto su un articolo sul sito di Hyperscale: ho dipinto il modello nei due grigi di cui sopra e utilizzando la gomma adesiva rimuovibile Uhutac (ora in commercio con il nome di PataFix) ho mascherato con qualche centinaio di pallini le chiazze che dovevano restare scure. Rimossa la gomma e attenuato il contrasto tra i due grigi con alcune passate di RLM76 diluitissimo, il risultato è abbastanza verosimile.
Le insegne sono state realizzate in parte utilizzando mascherine adesive tagliate con un plotter e poi dipinte ad aerografo e in parte con lettere trasferibili a secco, adattate alla bisogna.
Alla fine solito lavoretto di invecchiamento e sporcatura con colori a olio e aerografo (per le fumate di scarico).

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

Ultimi dettagli
L’ultima cosa da segnalare per questo particolare esemplare è la posizione verticale delle antenne del radar Fug.220 anziché inclinata come proposto da scatola: è sufficiente tentare di rispettare la perpendicolarità del complesso.

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

Ringraziamenti
Desidero infine ringraziare le seguenti persone:

  • Giampiero Piva per l’ispirazione dei suoi articoli su Aerei Modellismo degli anni ’80;
  • Giuseppe Giardina per le foto dell’esemplare reale;
  • Edward Salvador e il suo plotter per le mascherine adesive
  • Elena per la pazienza e la sopportazione.
     

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

Bibliografia

  • Aerei Modellismo nr.11/1983
  • Ronald Remp-Der Nachtjager Heinkel He219
  • Flugzeug Profile nr.10
  • Schiffer Military “UHU”-He219

 

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

Internet

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

 

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

 

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

 

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

.

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

 

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48


 

Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48Heinkel He219 A2 - Tamiya 1/48

 

Modello di Ferdinando Paron

 

Go to top