Spitfire Mk IX UTI - AZ Model 1/72

Spitfire Mk IX UTI - AZ Model 1/72

Il velivolo è un Mk IX standard modificato direttamente in URSS per realizzare un biposto...

Gloster Gladiator - Hobby Boss 1/72

Gloster Gladiator - Hobby Boss 1/72

L’Aviazione Lettone ebbe in carico 26 aerei, acquistati direttamente dalla Gran Bretagna...

Eurofighter Typhoon - Revell 1/72

Eurofighter Typhoon - Revell 1/72

Il modello Revell in Scala 1/72 riproduce correttamente le forme di questo bel caccia europeo. ...

VEF Irbitis I-16 - CMR 1/72

VEF Irbitis I-16 - CMR 1/72

Il velivolo è un caccia monomotore ad ala bassa realizzato da Karlis Irbitis...

MIG 15

MIG 15 "Fagot Egg" - Hasegawa

Ecco un simpatico modellino “caricaturale”. E’ molto simpatico, lo stampo...

  • Spitfire Mk IX UTI - AZ Model 1/72

    Spitfire Mk IX UTI - AZ Model 1/72

  • Gloster Gladiator - Hobby Boss 1/72

    Gloster Gladiator - Hobby Boss 1/72

  • Eurofighter Typhoon - Revell 1/72

    Eurofighter Typhoon - Revell 1/72

  • VEF Irbitis I-16 - CMR 1/72

    VEF Irbitis I-16 - CMR 1/72

  • MIG 15

    MIG 15 "Fagot Egg" - Hasegawa

HomeModelliGallerieElicotteriAlouette II se 313 - Heller 1/48

Alouette II se 313 - Heller 1/48

 

Alouette II se 313 - Heller 1/48Alouette II se 313 - Heller 1/48

Da assoluto principiante e con 6 mesi di esperienza, ho cominciato questo kit senza pensare effettivamente al modello finale che sarebbe potuto venire. Dopo qualche sperimentazione abbastanza artigianale su altri modelli  (che chiamo a loro malgrado prototipi o vittime sacrificali), giusto per fare un po’ di mano con accoppiamenti, colla, stucco, colore ecc…, il mio scopo era semplicemente quello di prendere la scatola, aprirla e cercare di assemblare il tutto così com’era.

 

Alouette II se 313 - Heller 1/48Alouette II se 313 - Heller 1/48

Ma veniamo al dunque. Procedo quindi con un lavaggio abbastanza “svelto” giusto per eliminare quella fastidiosa patina che spesso accompagna i kit appena scartati e lascio asciugare con calma.

 

Alouette II se 313 - Heller 1/48Alouette II se 313 - Heller 1/48

Primo passo: assemblaggio della carlinga, sedili e comandi. Subito mi sono reso conto che alcuni pezzi, nonostante la scala “generosa”, non fossero propriamente precisi. Mi riferisco ai pedali e le cloche, e anche l’altezza dei sedili anteriori, a mio avviso un tantino bassi…

 

Alouette II se 313 - Heller 1/48Alouette II se 313 - Heller 1/48

Ma tanto tutto rimane abbastanza nascosto all’interno. Come colori ho utilizzato smalti  Humbrol a pennello, con qualche pennellata a secco per gli strumenti di bordo (n°11, argento metallizzato). Nel piccolo, ho cercato di documentarmi pure sulla strumentazione e mi sono confrontato con una realtà abbastanza particolare: diverse strumentazioni anche sostanzialmente differenti tra loro…

 

Alouette II se 313 - Heller 1/48Alouette II se 313 - Heller 1/48

Magari in futuro mi informerò meglio in merito sulle versioni che hanno equipaggiato paesi di tutto il mondo per più di due decenni e studiare bene il modello che andremo a costruire (..ma non ci eravamo detti da scatola??). Stesso discorso per i sedili. Scovata qualche foto su internet, ho deciso alla fine per una colorazione blu-grigio, anche se ho trovato modelli molto discordanti tra loro (imbottiture comprese per le versioni civili con pseudo trasporto passeggeri). Unica vera nota dolente: la mancanza totale di cinture di sicurezza!!! Con qualche buon consiglio, uso del nastro Tamiya e me le invento (dopo un deludente tentativo con plastica di bottiglia blu).
Risultato finale assolutamente accettabile. Pitturo il tutto, opacizzo e via con il passo successivo: montaggio del traliccio di coda , gruppo pattini, telaio di supporto e turbina. Devo dire che qui sono andato abbastanza spedito. I tralicci principali del gruppo dei pattini erano precisi e di plastica leggermente morbida, il che ha permesso di fare piccoli aggiustamenti “on the road”.

 

Alouette II se 313 - Heller 1/48Alouette II se 313 - Heller 1/48

Discorso analogo per la turbina; qui avrei preferito però qualche dettaglio in più anche se nel complesso il risultato è a mio avviso accettabile (parliamo dei cavi esterni). Le staffe di supporto del rotore principale sono troppo alte e spesse e devono essere livellate adeguatamente (purtroppo me ne sono accorto a modello montato), e ci sono alcune imperfezioni assolutamente passabili, eventualmente colmabili con un po’ di sana inventiva. Qualche piccola imprecisione solo nell’accoppiamento delle plastiche, ma che con un paio di lime, carta vetrata e (utilissime) lime di carta per manicure (si piegano!!!), sistemo.

Alouette II se 313 - Heller 1/48Alouette II se 313 - Heller 1/48

Nota dolente invece del traliccio di coda: è stato stampato in torsione. Purtroppo questo piccolo difetto non si è potuto verificare se non al momento dell’incollaggio dei due pezzi portanti. Proseguo quindi con l’accoppiamento delle varie parti per capire meglio se ci sono punti discordanti ma devi dire che alla fine non c’è stato per nulla bisogno di usare stucco. D’altronde il modello originale di buchi ne ha in abbondanza…

 

Alouette II se 313 - Heller 1/48Alouette II se 313 - Heller 1/48

Dopo aver incollato tutto, mi accorgo che forse avrei fatto meglio a pitturare prima il gruppo della turbina e qualche piccolo dettaglio come l’estintore che è montato dietro la cabina di pilotaggio… troppo tardi. Sarà per il prossimo modello….

Alouette II se 313 - Heller 1/48Alouette II se 313 - Heller 1/48

Incontro quindi un bel dilemma, dato che i trasparenti costituiscono un unico blocco con loro telaio portante, e che quindi deve essere adeguatamente pitturato anche all’interno per evitare effetti trasparenza in controluce.
Ho deciso di fare tutto a mano, senza mascherare i trasparenti, con un 000 in martora, sia per gli interni che per l’esterno. Ho perso circa 4 diottrie e onestamente, per la prossima volta, mi sono dotato di una bella lente di ingrandimento fissa e con luce annessa.

Alouette II se 313 - Heller 1/48Alouette II se 313 - Heller 1/48

Dopo aver dato il lucido, decals (molto semplici e con copia di riserva), felicemente passo a pennello l’opaco, dopo un leggerissimo lavaggio, con dettagli di usura/olio, e qualche pennellata a secco. Tutto a smalto (in futuro vedremo meglio anche questo aspetto). Verifico quindi gli  ultimi dettagli degli accoppiamenti prima di “saldarli” definitivamente. Il nasone appoggia su un trespolino minuto, e così mi sono aiutato con una lima di carta ad equilibrare il tutto.

Alouette II se 313 - Heller 1/48Alouette II se 313 - Heller 1/48

 

Ultimo passo, montaggio delle antenne (con piccola aggiunta personale di quelle sul tettuccio, non previste dal kit di montaggio) e sistemazione di alcuni dettagli di pittura (rotore principale e di coda)
Per concludere, devo dire che mi sono divertito molto con questo kit. Nel complesso è un elicottero che ispira dinamismo ed essenzialità, un modello senza fronzoli e che rappresenta una vera pietra miliare nella storia del volo (è stato il primo elicottero su scala industriale a turbina e a raggiungere più di 10000m di quota). Il kit è essenziale e non esente da piccoli difetti. Per il prezzo pagato (sui 15€) credo che ne valga la pena, anche se avrei preferito alcuni dettagli aggiuntivi e più fedeli alla realtà, ma allo stesso tempo non è male l’idea di metter mano dando un tocco di personalità e originalità in più, con buona pace del portafoglio e del sacco della raccolta della plastica.

 

Modello di Lorenzo Alboresi

Go to top